Donazione sangue del cordone ombelicale

Punto Nascita Di Treviglio


Il sangue del cordone ombelicale è il sangue che rimane nel cordone ombelicale e nella placenta al termine del parto. Questo sangue, che normalmente viene scartato assieme alla placenta, è ricco di cellule staminali emopoietiche, simili a quelle presenti nel midollo osseo. Le cellule staminali emopoietiche generano i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine, utili alla cura di malattie del sangue e del sistema immunitario. La donazione del sangue del cordone ombelicale aumenta le possibilità di cura delle persone affette da patologie trattabili solo attraverso un trapianto di cellule staminali emopoietiche.
Il trapianto delle cellule staminali del cordone ombelicale può curare malattie tumorali del sangue come la leucemia e i linfomi e patologie non tumorali come, ad esempio, la talassemia (malattia ereditaria del sangue), l’aplasia midollare (mancata produzione delle cellule del sangue) e le immunodeficienze congenite (mal funzionamento del sistema immunitario che causa una maggiore predisposizione alle infezioni). Per i pazienti che non hanno un donatore familiare compatibile, il sangue cordonale donato rappresenta un’efficace alternativa al trapianto di midollo osseo. Il sangue cordonale, quando non contiene un numero sufficiente di cellule staminali, può essere utilizzato per la ricerca, il cui scopo principale è quello di approfondire lo studio delle funzioni delle cellule staminali, identificare la causa di gravi malattie e promuovere lo sviluppo di nuovi farmaci per il loro trattamento. Possono donare il sangue del cordone ombelicale le gestanti che, nel corso della gravidanza e sulla base del loro stato di salute, siano risultate idonee alla donazione.
La donazione non comporta rischi né per la mamma né per il neonato, in quanto viene raccolto dopo la nascita del bambino quando il cordone ombelicale è stato reciso ed il bambino respira già autonomamente.
La donazione è possibile sia dopo un parto naturale che dopo un taglio cesareo (non d’urgenza). La raccolta del sangue cordonale avviene, da parte di personale competente, dopo la recisione del cordone ombelicale. Per raccogliere il sangue del cordone si applica un sistema che garantisce la massima sterilità.
La donazione del sangue del cordone ombelicale può essere differenziata in base al destinatario:
Donazione Allogenica (Solidaristica)
Consiste nel donare il sangue del cordone ombelicale del neonato per chiunque ne abbia bisogno e risulti compatibile.
I dati relativi alle donazioni confluiscono in un Registro nazionale del sangue cordonale che è collegato ai Registri internazionali dei donatori di midollo osseo. In questo modo, qualunque paziente abbia bisogno di un trapianto di cellule staminali emopoietiche può trovare un potenziale donatore compatibile anche dall’altra parte del mondo.
La conservazione allogenica del sangue cordonale è gratuita.
Donazione Dedicata
Consiste nel donare il sangue del cordone ombelicale per uso dedicato a un consanguineo del neonato, nel caso in cui sia affetto da una malattia che può essere curata con cellule staminali cordonali. E' necessaria la certificazione rilasciata da un medico specialista (Pediatra, Oncologo, Ematologo, Genetista) attestante l'appropriatezza della conservazione dedicata per la patologia dichiarata.
La conservazione dedicata del sangue cordonale è gratuita.
Conservazione Autologa
Consiste nel donare il sangue cordonale per uso riservato esclusivamente al neonato.
La conservazione ad uso autologo è possibile presso Banche del Sangue all'estero, a seguito di specifica richiesta dell'interessato alla Direzione Sanitaria del Punto Nascita prescelto.
I costi inerenti alla conservazione autologa del sangue cordonale sono a carico della richiedente. La spedizione e la conservazione del sangue cordonale è a totale carico della donna.


Costo

gratuito


Documenti necessari

Documentazione sanitaria della gravidanza - tessera sanitaria - documentazione specifica consegnata alla donna in corso di counselling


Condizioni della paziente

Ammessa alla donazione dopo convalida da parte del ginecologo della documentazione prevista.


Altre informazioni

Counselling alla coppia ogni terzo lunedì del mese dalle ore 16:00 alle ore 17:00 in aula convegni-sala verde senza appuntamento con consegna dei documenti da convalidare l' ultimo martedì del mese dalle ore 14:00 alle 16:00 all' ambulatorio n. 18. Il Counselling e la validazione della documentazione è obbligatorio per procedere alla donazione.